Dead Swans – Anxiety And Everything Else (più due riflessioni di cui nessuno sentiva la necessità)

Molto probabilmente la storia del canale televisivo tedesco Viva Zwei l’ho già scritta da qualche parte quindi non sto a ripeterla, ma da quegli anni – mettiamo fosse il 1999 ma azzarderei quasi un 1998 – non ho mai ascoltato così tanto hardcore quanto lo stia facendo negli ultimi tempi, colpevoli i miei amici, che al 90% ascoltano quello. Di conseguenza vengono pure i consigli sui dischi da ascoltare, e per uno che ha lasciato il cuore – ed è rimasto – ai Comeback Kid di Wake The Dead e agli American Nightmare ce n’è sempre bisogno. In mezzo ad una decina di nomi di dischi ho scoperto che in Inghilterra c’è un certo sottobosco di gruppi del genere che sta uscendo alla luce (e che in alcuni casi danno pure una bella batosta a quelli americani), fra questi pure i Dead Swans, di Brighton.

L’ep Anxiety And Everything Else è la cosa più recente da loro prodotta ed è un pugno basso schiacciato di fretta sul joypad come gli altri dischi. Lo stile è quello degli Have Heart e dei Verse, con chitarre più pastose e la solita voce che non urla ma che è comunque carta vetrata sotto inchiostro liquido; veloce, crudo e sincero – e gli inglesi in quanto a sincerità senza trend in queste cose ci riescono molto meglio di quei pomposi degli americani. Di ansia ce n’è eccome, e io ancora una volta ho trovato la ‘mia’ canzone del disco:

Ancora una volta l’insonnia, come in Today.Tonight.Tomorrow, la mia preferita di Sleepwalkers. Una sorta di guardarsi indietro che alla fine si fa messaggio e vuole abbracciare e dare una pacca sulla spalla a tutti. Poi sia nel disco che nell’ep prima c’è 20.07.07, che non sono ancora riuscito a capire se sia una canzone d’amore o su qualcuno che non c’è più, perchè il testo dice troppo poco ma mi è sempre piaciuto vederla nel secondo caso, per la casualità che al venti luglio collego sempre il compleanno di qualcuno che se n’è andato. E fa un male cane ogni volta che l’ascolto.

Ultimamente, dato il ritorno di fiamma dentro al genere, mi sono chiesto quali siano i fattori che rendano un disco migliore di un altro. Forse mi sono troppo immedesimato nel solito parere del ‘ma suonano tutti uguali’ però mi ha portato a ragionarci un po’ su.
L’hardcore – mettiamo quello che va dal 2000 in poi, così da non toccare la memoria storica di nessuno – alla fine è come la parete di una libreria di un determinato genere narrativo. È uno stile, una grammatica che si fonda su una base definita, che ospita sfaccettature e ha visto rivoluzioni totali o semplici scritture migliori di tante altre, ma di fatto ha un abc solido e irremovibile da cui partire. È il suo bello e pure il suo brutto; è una poetica, nel senso pragmatico più brutale, perchè onestamente ci sono mille band che ‘suonano uguale’ – con la stessa metrica, suoni, eccetera – la cui originalità di alcuni arriva proprio attraverso quel senso di ‘romanticismo funereo’, impegno politico o etico sputato fuori dalle gole dei rispettivi cantanti. I Dead Swans pure sono così: un lessema che prende significato grazie ad una componente contestuale che connota originalità. È quella l’importanza delle liriche nel genere – parlando di dischi hardcore che non presentano peculiarità strumentali o particolari rivoluzioni, nulla togliendo a chi ‘rimane nel canone’ e lo fa bene. Il messaggio e tutta l’importanza di cui è investito, senza la necessità di tirare fuori MacLuhan con la felpa grigia dei Bane.

Anxiety And Everything Else non si sposta molto dal disco e dagli ep precedenti, però come un libro che parla di una storia già raccontata, sa farlo diversamente senza muovere un passo dalla sua posizione e si legge che è un piacere.

About these ads

2 pensieri su “Dead Swans – Anxiety And Everything Else (più due riflessioni di cui nessuno sentiva la necessità)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...